Notre-Dame brucia. Non può non restare niente.

pubblicato in: Articoli, Commenti | 0

Non me la ricordo. Solo qualche lampo, un flash, più emozione che immagine. L’osso elegante di una guglia, la ruvidezza calda della pietra a metà pomeriggio, un riverbero bianco di sole riflesso. Maestosa come una balena, elegante come una gazzella.

E resto qui, con gli occhi spalancati che cominciano a farmi male perché davanti a quelle immagini mi dimentico di sbattere le palpebre. Notre-Dame brucia. E fa male vedere quella guglia crollare da quarantacinque metri d’altezza. Le fiamme, l’ondata di fumo pieno, le sirene dei pompieri impazzite. E quel rumore caldo, strepitante del legno mangiato dal fuoco. Sfrigola nelle orecchie come fossi lì su quel ponte, in mezzo a tutti quei turisti curiosi che si fanno selfie con il rogo alle spalle. Fuori luogo? Certamente. Ma ammetto che un po’ li capisco: uno spettacolo terrificante e sublime come questo non può fare altro che suscitare un’ammirazione irreale e impotente a chiunque se lo trovi davanti. Immobili nonostante il pericolo. A bocca aperta e braccia abbandonate sui fianchi.

E non si spegne, non si doma, brucia. Non resterà niente.

Non me la ricordo, solo barlumi fuggenti. Eppure era bellissima con quei suoi nervi, quella sua muscolatura snella. Perché non me la ricordo? Solo figure da cartolina, o da film Disney. Il suo rosone bianco, le altissime bifore inconfondibili sulle torri della facciata. Ancora, i tre portali scolpiti, la galleria delle chimere, gli indimenticabili Gargoyles che nei miei sogni hanno sempre cantato Fuoco D’Amour. E sull’abside quella struttura ad ossatura di barca rovesciata.

È davvero possibile? Nasce tutto dal restauro, un’impalcatura di legno messa lì per sanare che diventata un enorme cerino. E continua a bruciare. Non può non restare niente.

Segui Federica Musto:

Amo l’arte in ogni sua forma, amo la bellezza e la curiosità che mi porta a scoprire sempre cose nuove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.